motore di ricerca

Il Museo

perchè un museo
il museo galleggiante
il museo a terra
il museo navigante
il museo all'aria aperta
l'Antiquarium
Entra nella sezione  Il Museo

le attività

le mostre
il museo per la scuola
il bookshop
la scuola di vela storica
la rete dei musei del mare
iniziative già svolte
iniziative 1997-2014
Entra nella sezione  le attività

informazioni

dove siamo
orari
recapiti
sposarsi al museo
utilizzo sala convegni
Entra nella sezione  informazioni

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

ultima modifica: 22/12/2017

Auguri dal Museo della Marineria!

notizia pubblicata in data : venerdì 22 dicembre 2017

Auguri dal Museo della Marineria!

 

È stato un anno intenso e importante per il Museo della Marineria, ricco di impegni, ma anche di opportunità e di riconoscimenti. Nei primi mesi il museo è stato impegnato nel progetto “Borghi. Viaggio italiano”, promosso dalla Regione Emilia-Romagna insieme con il MiBACT, che hanno scelto il Museo della Marineria come coordinatore della rete dei “Borghi storici marinari” presentati il 9 maggio a Roma nel corso della giornata a loro dedicata alle Terme di Traiano.

Nello stesso periodo, il Museo della Marineria ha anche seguito la realizzazione della “app” che ha “messo in rete” i musei dell’Unione dei Comuni Rubicone e Mare, offrendo così una nuova opportunità per scoprire la cultura del nostro territorio dalla costa sino alle colline.

A Cesenatico, il 5-6 maggio è stato organizzato e ospitato il 23. Forum AMMM del patrimonio marittimo mediterraneo, dedicato al “Museo liquido: i musei marittimi per la salvaguardia e la valorizzazione della costa”, insieme ai colleghi dell’Association of Mediterranean Maritime Museums provenienti da vari musei del “mare nostrum”.

Dal 22 al 28 maggio il Museo della Marineria ha affrontato un altro importante impegno internazionale, organizzando la partecipazione italiana alla “Semaine du Golfe” di Vannes: lo scopo era quello di presentare all’interno di una delle più importanti manifestazioni europee in questo settore i Borghi Storici Marinari italiani, attraverso prodotti tipici, attività di artigianato tradizionale, laboratori didattici, gruppi musicali, e naturalmente portando alcune barche tradizionali. Una partecipazione che ha richiesto un forte impegno, ma che si è potuta svolgere grazie alla grande collaborazione di tutte le persone coinvolte, e che ci ha consentito di corrispondere ad un invito che gli organizzatori francesi ci avevano fatto da tempo e di “mostrare la bandiera” della cultura marittima italiana all’interno di uno dei festival nautici più seguiti.

Sempre sul piano internazionale, il 6 giugno il museo è stato invitato a raccontare la sua storia e la sua esperienza di valorizzazione del patrimonio marittimo alla summer school “Ars Nautica. Seafaring through the Ages”, a Dubrovnik; mentre l’8 novembre abbiamo illustrato un nostro “inspiring example” a Rotterdam durante il workshop ICH&Museums Project dedicato all’Intangible Culturale Heritage, dove abbiamo scelto di raccontare l’esperienza dell’ormeggio riservato alle barche tradizionali, che ha consentito non solo di valorizzare le barche tradizionali private ed un angolo importante del porto canale, ma anche di creare un gruppo attivo e intraprendente.
Dal 20 al 24 settembre, il Museo della Marineria è stato invitato a partecipare per la terza volta al Festival de Loire di Orléans, con due barche tradizionali di Cesenatico, la battana Zanotto e la lancia Le Tre F.
Gli amici francesi hanno ricambiato la visita dal 12 al 18 novembre, quando il Museo della Marineria ha ospitato i lavori di MARINA, un progetto Erasmus+ coorganizzato insieme all’associazione Aventure Pluriel di Nizza, che ha portato a Cesenatico quaranta protagonisti del mondo della nautica tradizionale francese: un grande piacere, ma anche una bella responsabilità, vedere coloro che abbiamo sempre considerato i nostri “maestri” (basti pensare a musei come quello di Douarnenez, o la rivista Chasse Marée, o i festival marittimi) venire a “studiarci” e a proporre di collaborare con loro.

Ancora sul versante internazionale, ma affacciati sul nostro mare Adriatico, a giugno sono stati presentati alcuni progetti europei nell’ambito di Italia-Croazia in cui il Museo della Marineria ha messo a frutto i forti legami di collaborazione già presenti con i musei della costa orientale e che contiamo possano essere approvati e dare i loro frutti nei prossimi anni.

Tornando a Cesenatico, dal 9 all’11 giugno si è svolta la Scuola di Vela Storica insieme con ISTIAEN e la Lega Navale sezione di Cesenatico, mentre il 29 e 30 luglio insieme con l’Ecomuseo delle erbe palustri di Villanova di Bagnacavallo e l’Associazione Strada di Romagna abbiamo realizzato l’iniziativa Verso il mare Contro Corrente, per presentare insieme le tradizioni, i mestieri e i sapori del mare e delle acque interne. La prima domenica d’agosto e il sabato precedente, poi, non è mancato il raduno delle barche tradizionali della “Mariegola” in occasione della Festa di Garibaldi, che ha riempito il nostro porto canale – dove già peraltro non mancano – di altre vele colorate.

Sul versante delle mostre, tra febbraio e marzo abbiamo ospitato “Il mare dei miracoli”, con ex voto marittimi realizzati da artisti contemporanei di Trapani accompagnati da modelli di imbarcazioni tradizionali siciliane; tra aprile e maggio sono state esposte le belle fotografie che Marina Carlini ha scattato alla “Tratta”, un antico mestiere del mare; in estate è stata la volta della suggestiva ed emozionante mostra “Di mare, d’amore e altre storie” con gli acquerelli di Gabriele Musante. L’autunno ha visto invece la mostra Amareamare, con le sculture di Roberto Giordani e i dipinti di Alessandro Casetti, mentre ora per le feste natalizie abbiamo Vento del Mediterraneo con i modelli di barche adriatiche di Luciano Keber: una mostra realizzata insieme al Dipartimento di Archeologia Navale dell’Università di Zara.
Ma a proposito di mostre, dobbiamo anche segnalare la partecipazione attiva del Museo della Marineria alla grande mostra “Il mare dell’intimità”, dedicata al nostro Adriatico, aperta a Trieste il 15 dicembre scorso.

Concludiamo la rassegna ricordando il Premio “Museo dell’anno” di ICOM Italia, assegnato al Museo della Marineria a Palazzo Brera, a Milano, il 27 ottobre scorso. Un riconoscimento prestigioso che ci incoraggia a continuare il nostro lavoro secondo quel progetto originario che proprio in questi anni recenti sta dimostrando tutta la sua validità e lungimiranza: un museo aperto e dinamico, con solide radici nella sua costa e nella sua comunità, ma con rami e “reti” allargate sugli orizzonti aperti del Mediterraneo e dell’Europa.

Grazie e auguri a tutti!

 


Le attività del Museo della Marineria si svolgono con il supporto di Gesturist Cesenatico Spa.

 

Risultato
  • 3
(245 valutazioni)
Home page - menu dx con icone
Calendario eventi
<< luglio 2018 <<
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
Museo della
Marineria
Cesenatico
Indirizzo: via Armellini, 18 - 47042 Cesenatico (FC)
telefono: 0547-79205 fax: 0547-79254
P.Iva: P.I. 00220600407
Posta elettronica certificata (PEC): cesenatico@cert.provincia.fc.it
e-mail: infomusei@cesenatico.it - museomarineria@cesenatico.it
Portale internet realizzato 
da Progetti di Impresa Srl  © 2014