motore di ricerca

Il Museo

perchè un museo
il museo galleggiante
il museo a terra
il museo navigante
il museo all'aria aperta
l'Antiquarium
Entra nella sezione  Il Museo

le attività

le mostre
il museo per la scuola
il bookshop
la scuola di vela storica
la rete dei musei del mare
iniziative già svolte
iniziative 1997-2014
Entra nella sezione  le attività

informazioni

dove siamo
orari
recapiti
sposarsi al museo
utilizzo sala convegni
Entra nella sezione  informazioni

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

ultima modifica: 30/09/2016

Ricordo di Augusto Graffagnini

notizia pubblicata in data : venerdì 30 settembre 2016

Ricordo di Augusto Graffagnini

 

E' scomparso nei giorni scorsi Augusto Graffagnini, che fu uno dei protagonisti di quella importantissima e avventurosa prima stagione di studi e ricerche sulla marineria tradizionale, dalla quale scaturì anche l'idea e la realizzazione Museo della Marineria di Cesenatico. Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo ricordo scritto da Bruno Ballerin.


Nella notte fra il 30 e il 31 agosto si è spento Augusto Graffagnini, aveva 92 anni. Un amico e uno studioso mosso da autentica passione – con una vena di romanticismo, carattere distintivo della ricerca etnografica negli anni Sessanta del secolo scorso – per il mondo della marineria a vela e di quello romagnolo in particolare.
In quegli anni scrisse saggi sulla vita, sul lavoro e sulle strutture a terra dei pescatori; vanno ricordati soprattutto: per la rivista “La Piê” E’ parznevul e per la Società degli Studi Romagnoli Al mujaduri e Il bragozzo romagnolo; ampliando quest’ultimo breve saggio, nel 1975 pubblicò – sempre tramite i tipi degli Studi Romagnoli - il volume monografico: Le barche romagnole, linee di una ricerca, che va considerato come uno dei primi lavori organici sulle barche da pesca della nostra costa.
L’anno seguente fu fra i promotori del Convegno: “La marineria romagnola, l’uomo e l’ambiente” che si tenne nel 1977 presso l’Azienda Autonoma di Soggiorno di Cesenatico, e partecipò ai lavori con l’originale relazione Le “Conserve” e le “Ghiacciaie” del litorale romagnolo. Ancora nel 1995 con L’Università di Bologna, l’Ordine della Casa Matha di Ravenna e La Società di Studi Romagnoli, collaborò all’organizzazione del “Convegno di studi su Adriatico mare di molte genti e incontro di civiltà”.   
Fin dalle origini fece parte del Comitato Scientifico per il recupero delle testimonianze etnografiche del mondo della pesca e fu, Con Siro Ricca Rosellini e Marco Bonino, fra gli esperti che affiancarono il sottoscritto nella realizzazione del Museo Galleggiante della Marineria. La sua collaborazione s’interruppe alla fine del secolo scorso quando si trasferì a Marina di Carrara per non fare più ritorno in Romagna.
Aveva cambiato sponda ma non era mutato in lui il sentimento profondo che lo legava alla vita e al lavoro dei pescatori. Condusse una ricerca sui rapporti intercorsi alla fine dell’Ottocento e ai primi del Novecento fra i pescatori dell’Adriatico e quelli della costa tirrenica. Ormai al termine dei suoi giorni, nel 2013, pubblicò con la Società Editrice “Il Ponte Vecchio”, il volume Simboli Navali – Ricordi dell’Adriatico, cedendo gratuitamente le copie da porre in vendita al Museo della Marineria di Cesenatico.  

Bruno Ballerin


 

Risultato
  • 3
(1347 valutazioni)
Home page - menu dx con icone
Calendario eventi
<< luglio 2019 <<
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
             
Museo della
Marineria
Cesenatico
Indirizzo: via Armellini, 18 - 47042 Cesenatico (FC)
telefono: 0547-79205 fax: 0547-79254
P.Iva: P.I. 00220600407
Posta elettronica certificata (PEC): cesenatico@cert.provincia.fc.it
e-mail: infomusei@cesenatico.it - museomarineria@cesenatico.it
Portale internet realizzato 
da Progetti di Impresa Srl  © 2014