motore di ricerca

Il Museo

perchè un museo
il museo galleggiante
il museo a terra
il museo navigante
il museo all'aria aperta
l'Antiquarium
Entra nella sezione  Il Museo

le attività

le mostre
il museo per la scuola
il bookshop
la scuola di vela storica
la rete dei musei del mare
iniziative già svolte
iniziative 1997-2014
Entra nella sezione  le attività

informazioni

dove siamo
orari
recapiti
sposarsi al museo
utilizzo sala convegni
Entra nella sezione  informazioni

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

ultima modifica: 20/06/2016

Tende al mare 2016 – XIX edizione. All'ombra della tradizione

notizia pubblicata in data : lunedì 20 giugno 2016

Tende al mare 2016 – XIX edizione. All'ombra della tradizione


Tende al mare 2016 – XIX edizione

All’ombra della tradizione
Le tende al mare della Stamperia Pascucci 1826
spiaggia libera di Piazza Andrea Costa

dal 23 giugno al 4 settembre 2016
inaugurazione: giovedì 23 giugno, ore 18:00


Quest’anno le “tende al mare” riveleranno per una volta la loro fisionomia originale: quella che mostravano quando avevano ancora la funzione di riparare i bagnanti dal sole, e venivano realizzate in modo artigianale e decorate secondo la tradizione romagnola della stampa a ruggine. Le botteghe specializzate nella confezione di coperte, tovaglie, corredi, erano le medesime che provvedevano anche a realizzare le “tende al mare” per gli stabilimenti balneari, gli alberghi, le colonie della nostra riviera, utilizzando gli stampi in legno e l’inchiostro realizzato con la ruggine o altri coloranti naturali. Tra queste botteghe era particolarmente attiva la Stamperia Pascucci di Gambettola, nata nel 1826, che conserva nei suoi archivi oltre agli stampi originali in legno anche ampia documentazione che rivela molti dettagli sulle decorazioni, sui colori, sulla confezione. Le tende da spiaggia richiedevano però un certo lavoro per il montaggio e soprattutto per la necessità di doverle ruotare man mano che il sole girava durante la giornata, e per questo, dal secondo dopoguerra, vennero completamente sostituite dai più pratici ombrelloni. Restano però molte cartoline d’epoca a mostrare le nostre spiagge costellate dalle “tende”, che avevano decorazioni a volte semplici e lineari basate su strisce verticali o su greche, a volte più elaborate con decorazioni realizzate con stampi specifici; a volte, poi, le tende portavano il nome dello stabilimento balneare o della pensione o colonia.

Da tempo era nell’aria il desiderio di proporre una edizione delle “tende al mare” mostrandole nel loro aspetto originale, e così quest’anno, dopo 18 estati in cui sono state il supporto per mettere alla prova i giovani allievi delle Accademie di Belle Arti con i bozzetti di celebri artisti (ricordiamo i nomi di Dario Fo, Lele Luzzati, Bruno Munari, Tonino Guerra, Hugo Pratt), ora le tende si lasciano apprezzare per quello che erano in realtà, il frutto di una antica arte decorativa popolare.

La Stamperia Pascucci di Gambettola è tra le più antiche botteghe artigianali al mondo che possono vantare una gestione ininterrotta da parte della stessa famiglia, segnando quest’anno i 190 anni dalla fondazione avvenuta appunto nel 1826. Ma si tratta di una bottega che con Riccardo Pascucci ha anche dimostrato di sapere affiancare a questa importante tradizione anche una coraggiosa capacità di innovazione, attraverso la collaborazione con artisti contemporanei, come ad esempio Tonino Guerra (protagonista delle “Tende al mare” nel 2010 e nel 2011), e Ilario Fioravanti (2012). Per questa edizione speciale delle “tende al mare”, che punta tutto sulla tradizione, la Stamperia Pascucci di Gambettola ha messo a disposizione il suo importante archivio di stampi originali e di documentazione, anche fotografica.

Alla sua diciannovesima edizione la rassegna delle “tende al mare” raggiunge la piena maturità di un percorso artistico avviato nel 1998 con Dario Fo su iniziativa congiunta del Comune di Cesenatico e dell’Istituto Regionale per i Beni Culturali. In questi anni le “tende” sono diventate un appuntamento riconosciuto e atteso dell’estate in Riviera, grazie alla qualità degli artisti e all’originalità della formula, capace di far dialogare l’arte nelle sue più varie forme con il grande pubblico, quello più “svagato” che trascorre la vacanza sulla spiaggia: una autentica scommessa ma, forse proprio per questo, molto più intrigante. Non va poi dimenticato che l’iniziativa è anche, sin dall’origine, una occasione di solidarietà: anche quest’anno, infatti, le opere saranno vendute all’asta nei prossimi mesi invernali e il ricavato utilizzato per finalità di beneficenza.

Partner dell’intera operazione sono da sempre, oltre all’Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia-Romagna, la Cooperativa Stabilimenti Balneari che garantisce ogni giorno l’alzata quotidiana delle tende e la loro sorveglianza. L’organizzazione dell’iniziativa si deve invece al Servizio Beni e Attività Culturali del Comune di Cesenatico, mentre la Consulta del Volontariato di Cesenatico cura la vendita in beneficenza delle tende.

Le tende resteranno esposte tutti i giorni salvo avverse condizioni meteo dal 23 giugno al 4 settembre 2016.

L’inaugurazione delle Tende al Mare avverrà giovedì 23 giugno 2016, alle ore 18:00, nella spiaggia libera antistante Piazza Andrea Costa.

 

scarica il pieghevole (esterno)
scarica il pieghevole (interno)

 


Per info e immagini: beniculturali@cesenatico.it

 


 

Risultato
  • 3
(1415 valutazioni)
Home page - menu dx con icone
Calendario eventi
<< settembre 2019 <<
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
Museo della
Marineria
Cesenatico
Indirizzo: via Armellini, 18 - 47042 Cesenatico (FC)
telefono: 0547-79205 fax: 0547-79254
P.Iva: P.I. 00220600407
Posta elettronica certificata (PEC): cesenatico@cert.provincia.fc.it
e-mail: infomusei@cesenatico.it - museomarineria@cesenatico.it
Portale internet realizzato 
da Progetti di Impresa Srl  © 2014